Post Taggati: Java

Programma UIIP: opportunità di formazione e lavoro per laureati ICT

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / / /

Sta per partire la 23° edizione del Programma UIIP (University-Industry Internship Program), un programma gratuito di alta formazione focalizzato su discipline ICT e organizzato da Biogem scarl (Centro di Ricerca sulle Life and Mind Science con sede in Ariano Irpino – (AV)  www.biogem.it) in partnership con importanti imprese nazionali e multinazionali.

La 23° edizione del Programma UIIP che avrà inizio il 14 Gennaio 2015 sarà dedicata alla formazione di 20 Analisti Programmatori esperti di tecnologie Java che dopo una fase di formazione gratuita della durata di 2 mesi presso la nostra sede didattica, saranno inseriti  in importanti società di consulenza del settore ICT.

Possono inviare la propria candidatura entro il 15 dicembre 2014 mediante il sito www.uiip.it i nati a partire dal 1 gennaio 1986, in possesso di laurea, di 1° e 2° livello, in una delle seguenti discipline:

  • Informatica e scienze dell’informazione;
  • Ingegneria Informatica e Ingegneria dell’informazione, Ingegneria delle Telecomunicazioni, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Biomedica, Ingegneria dell’Automazione;
  • Scienze matematiche;
  • Altre discipline collegate all’ICT.

Saranno altresì ammessi alle selezioni i laureandi che conseguiranno il titolo entro il 31 Gennaio 2015.

Per tutti gli ulteriori dettagli può far riferimento al sito www.uiip.it e al comunicato stampa.

Sessione di laurea del 13 febbraio 2014

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: / / / / / / / / / / / / / / / / / /

Abbiamo appena laureato nove Dottori in Informatica Applicata. Le sessioni di laurea sono l’occasione migliore per riflettere sul ruolo dell’informatica, sulle opportunità che il mercato del lavoro offrirà ai nuovi laureati e sulle sfide che dovranno saper affrontare. A riprova dell’importanza strategica del ruolo che i nostri laureati sono chiamati a giocare, in novembre e dicembre 2013 il presidente degli Stati Uniti Barak Obama e il vice presidente della Commissione Europea Neelie Kroes hanno lanciato accorati appelli invitando la popolazione a studiare informatica e imparare a programmare per contribuire allo sviluppo e alla competitività. Nei giorni scorsi la pubblicazione dell’ultimo rapporto ISTAT ha permesso di quantificare il grave ritardo culturale e tecnologico del nostro Paese, che può essere riassunto efficacemente da due dati: la percentuale di popolazione che ha accesso ad Internet (54%) e la percentuale di popolazione che accede ad Internet quotidianamente (33%). Colmare il divario prima che aumenti in modo irreparabile è un’altra delle sfide che i nostri laureati sono chiamati a raccogliere.

Le 9 tesi di laurea discusse nell’ultima sessione offrono esempi evidenti delle potenzialità dell’informatica applicata: la previsione dell’andamento delle energie rinnovabili [“Implementazione di algoritmi per la previsione di energia disponibile da fonte rinnovabile per reti di sensori wireless”, Daniele Buono], la rappresentazione in cloud di dati forniti in tempo reale da reti di sensori [“Sviluppo software di supervisione per reti di sensori wireless”, Michele Cattalani], lo sviluppo di applicazioni per online social network [“Progetto B-Where: Una soluzione basata su ASP.NET MVC”, Fabrizio Degola], l’organizzazione di reti di sensori [“Lo studio del controllo della topologia nelle reti di sensori wireless”, Marica Gambarara], l’applicazione di tecniche di programmazione web in Json, Ajax e Ext-Js [“Applicazione web per analisi dati direzionali area vendite”, Andrea Gualazzi], la crittografia a chiave simmetrica con algoritmo IDEA, domain driven design [“Gestire la complessità del software con domain driven design e CQRS”, Stefano Ottaviani], le tecniche di programmazione web in Javascript [“Utilizzo di Javascript in applicativi web”, Federico Pederzani] e l’applicazione di hashing locality-preserving.