Lauree

La scelta del curriculum

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: / /

Il Corso di Laurea in Informatica Applicata offre 6 curricula: uno strettamente informatico e 5 interdisciplinari, erogati in collaborazione con altre scuole dell’ateneo. Mercoledì 28 ottobre alle 10:30, in Aula Von Neumann, forniremo indicazioni utili ad effettuare la scelta del curriculum e la presentazione del piano di studi. L’incontro è aperto a tutti, ma è principalmente rivolto agli studenti del secondo anno, chiamati ad effettuare la scelta del curriculum. In questo post sono riassunte le informazioni principali sui curricula e i consigli utili ad abbinare ad ogni curriculum gli insegnamenti a scelta libera più pertinenti.

È doveroso sottolineare che gli ordinamenti dei corsi di studi sono in continua evoluzione. Le informazioni fornite in questo post sono riferite alla situazione attuale e vanno pertanto intese come puramente indicative delle opportunità che si presenteranno a chi conseguirà la laurea in Informatica Applicata in futuro.

La scelta dei corsi a scelta dello studente deve essere effettuata dagli studenti immatricolati entro e non oltre il 15 novembre tramite la compilazione online del piano degli studi (Guida alla compilazione dei piani online).

Gli studenti iscritti all’ordinamento vigente fino all’A.A. 2013-2014, iscritti ad anni successivi al primo del vigente ordinamento e iscritti al I anno con carriere universitarie pregresse (es. studenti trasferiti da altro Ateneo, che hanno presentato domanda di passaggio di corso, rinunciatari o decaduti) devono invece consegnare il modulo per i Corsi a scelta dello studente direttamente presso la Segreteria Studenti di Area Scientifica (tramite posta o brevi manu) entro e non oltre il 30 novembre.

Qualunque sia il curriculum

È bene ricordare che, qualunque sia il curriculum, la vostra laurea sarà comunque in Informatica Applicata (Laurea triennale della Classe L-31, Scienze e Tecnologie Informatiche). Dopo aver conseguito il titolo di Dottore in Informatica Applicata potrete quindi decidere di proseguire gli studi iscrivendovi a una Laurea Magistrale in Informatica della Classe LM-18 e di sostenere l’esame di stato per l’iscrizione all’Albo degli Ingegneri Juniores settore dell’Informazione. Oltre a queste opportunità comuni a tutti i curricula, ogni curriculum risponde a specifiche esigenze del mondo del lavoro e offre ultreiori opportunità di prosecuzione degli studi in altre classi di laurea magistrale.

Oltre alla scelta del curriculum, gli studenti sono tenuti anche ad inserire nel proprio piano degli studi insegnamenti a scelta libera per ulteriori 12 CFU. In generale, gli studenti che abbiano effettuato la scelta del curriculum sono invitati a prendere in considerazione come insegnamenti a scelta libera gli insegnamenti degli altri curricula del corso di laurea stesso. Consigli più specifici per effettuare scelte coerenti tra curriculum e insegnamenti liberi sono riportati nei seguenti paragrafi.

Curriculum per l’elaborazione delle informazioni (in presenza e online): [presentazione]

Il curriculum offre l’opportunità di approfondire due temi di grande rilevanza teorica e applicativa: l’Elaborazione di segnali e immagini (con un insegnamento da 12 CFU nel settore ING-INF/01 al secondo anno) e la Simulazione numerica (con un insegnamento da 6 CFU nel settore FIS/01 al terzo anno). Il curriculum è particolarmente consigliato a chi intende conseguire una laurea che offra una preparazione ad ampio spettro nel campo delle scienze e tecnologie dell’informazione, per acquisire competenze immediatamente spendibili in ambito lavorativo o per proseguire gli studi nell’ambito dell’Informatica o dell’Ingegneria informatica.

In particolare, i requisiti di accesso delle Laurea Magistrali in Ingegneria Informatica (LM32) pongono vincoli sul numero minimo di CFU in ambito ING-INF conseguiti durante la laurea triennale. Tali vincoli sono stabiliti dai singoli Atenei e possono variare nel tempo con la revisione degli ordinamenti didattici. Il massimo numero di CFU in ambito ING-INF offerti dal corso di laurea in Informatica Applicata si consegue scegliendo il Curriculum per l’elaborazione delle informazione ed inserendo nel proprio piano degli studi come insegnamento a scelta libera il corso di Piattaforme digitali per la gestione del territorio (ING-INF/05, 6 CFU), erogato sia in presenza che online. In tal modo il numero totale di CFU in ambito ING-INF conseguito nel corso della laurea triennale risulta pari a 54 così distribuiti: 30 CFU ING-INF/05, 12 CFU ING-INF/03, 12 CFU ING-INF/01.  Il numero è tale da soddisfare i requisiti di accesso alla maggior parte dei corsi di laurea magistrale in Ingegneria Informatica istituiti presso gli atenei italiani.

A chi sceglie questo curriculum si consiglia pertanto di includere tra gli insegnamenti a scelta libera:

Piattaforme digitali per la gestione del territorio (ING-INF/05, 6 CFU)

Curriculum per la gestione digitale del territorio [presentazione]:

Il curriculum è istituito in collaborazione con la Scuola di Scienze Geologiche al fine di fornire agli studenti le competenze interdisciplinari necessarie ad applicare le scienze e le tecnologie informatiche alla gestione del territorio, soddisfacendo le esigenze del mondo del lavoro in ambito smart-city, smart-land, e digital land management. In particolare il curriculum offre gli insegnamenti di Modellizzazione geologica e Geomatica (GEO/02, 6+6 CFU) e Piattaforme digitali per la gestione del territorio (ING-INF/05, 6CFU). Per chi intendesse proseguire gli studi a livello magistrale, oltre alle lauree magistrali in Informatica (classe LM18) il curriculum offre l’accesso alla Laurea Magistrale in Geologia Applicata e Geoinformatica (LM74), articolato in due curricula: “Rischi e Risorse” e “Applicazioni informatiche”.

I laureati in Informatica Applicata che abbiano scelto questo curriculum soddisfano appieno i requisiti di accesso alla Laurea Magistrale in Geologia Applicata e Geoinformatica se inseriscono nel proprio piano degli studi insegnamenti per settori scientifico disciplinari GEO/02 e GEO/04 per ulteriori 12 CFU.

A chi sceglie questo curriculum si consiglia pertanto di selezionare gli insegnamenti a scelta libera tra i seguenti:

Geografia Fisica con elementi di cartografia (GEO/04, 6 CFU)

Geomorfologia (GEO/04, 6 CFU)

Geologia 2 (GEO/02, 12 CFU)

Curriculum logico-cognitivo [presentazione]:

Il curriculum è istituito in collaborazione con la Scuola di Lettere Arti e Filosofia al fine di offrire agli studenti le competenze interdisciplinari necessarie ad approfondire gli aspetti filosofici e logico-cognitivi insiti nelle scienze e tecnologie informatiche. In particolare il curriculum prevede gli insegnamenti di Logica e Teoria dell’Argomentazione (M-FIL/02, 12 CFU) e Filosofia del linguaggio (M-FIL/05, 6 CFU).

Per chi intendesse proseguire gli studi a livello magistrale, oltre alle lauree magistrali in Informatica (classe LM18) il curriculum offre l’accesso alla Laurea Magistrale in Filosofia della Conoscenza, della Natura, della Società (LM78), i cui requisiti di accesso sono pienamente soddisfatti dai laureati in Informatica Applicata che abbiano scelta questo curriculum.

A chi sceglie questo curriculum si consiglia di selezionare gli insegnamenti a scelta libera tra quelli che offrono opportunità di approfondimento in campo informatico o filosofico:

Elaborazione di segnali e immagini (ING-INF/01, 12 CFU)

– Piattaforme digitali per la gestione del territorio (ING-INF/05, 6 CFU)

Propedeutica filosofica (M-FIL/01, 12 CFU)

Storia della filosofia (M-FIL/06, 12 CFU)

Curriculum per l’impresa [presentazione]:

Il curriculum è istituito in collaborazione con la Scuola di Economia al fine di offrire agli studenti le competenze interdisciplinari necessarie a comprendere e a valorizzare il ruolo dell’ICT nel mondo produttivo. Il curriculum prevede gli insegnamenti di Istituzioni di Diritto Privato (IUS/01, 6 CFU), Economia Aziendale e Ragioneria (SECS-P/07, 6 CFU), Economia e Gestione delle Imprese (SECS-P/08, 6 CFU).

Per chi intendesse proseguire gli studi a livello magistrale, oltre alle lauree magistrali in Informatica (classe LM18) il curriculum offre l’accesso senza alcun debito formativo alla  Laurea Magistrale in Economia e Management – Curriculum in Economia e Management (LM77) e all’omonimo curriculum internazionale a numero chiuso che prevede di trascorrere un semestre a Sofia e fornisce il doppio titolo dell’Università di Urbino e del Master Degree in Management and Economics of Sustainable Development dell’Università di Sofia.

Inserendo come insegnamento a scelta Diritto Commerciale (IUS/04, 8 CFU) è inoltre possibile iscriversi senza debiti alla Laurea Magistrale in Economia e Management – Curriculum Professione e Impresa (LM77), mentre scegliendo l’insegnamento di Marketing (SECS-P/08, 8 CFU) è possibile accedere alla Laurea Magistrale in Marketing e Comunicazione per le Aziende (LM77).

Infine, il curriculum soddisfa anche i requisiti di accesso alla Laurea Magistrale in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni (LM59) a meno un 1CFU integrativo di abilità linguistica. Benchè non vi siano vincoli specifici, a chi avesse intenzione di intraprendere questa strada si consiglia di inserire come esami a scelta gli insegnamenti del curriculum per i nuovi media.

A chi sceglie questo curriculum si consiglia pertanto di selezionare gli insegnamenti a scelta libera tra i seguenti:

Diritto Commerciale (IUS/04, 8 CFU)

Marketing (SECS-P/08, 8 CFU)

– Sociologia della Comunicazione (SPS/08, 6CFU)

– Sociologia dei Media Digitali e Internet Studies (SPS/08, 6CFU)

Analisi delle reti sociali (SPS/07, 6 CFU)

Curriculum per i nuovi media [presentazione]:

Il curriculum è istituito in collaborazione con la Scuola di Scienze della Comunicazione al fine di offrire agli studenti le competenze interdisciplinari necessarie a comprendere e a valorizzare le implicazioni tra ICT, mezzi di comunicazione e reti sociali. Il curriculum prevede gli insegnamenti di Sociologia della Comunicazione (SPS/08, 6CFU), Sociologia dei Media Digitali e Internet Studies (SPS/08, 6CFU), Analisi delle reti sociali (SPS/07, 6 CFU).

A chi intendesse proseguire gli studi a livello magistrale, oltre alle lauree magistrali in Informatica (classe LM18) il curriculum offre l’accesso alla Laurea Magistrale in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni (LM59) con l’unico debito di 1 CFU integrativo di abilità linguistica.

A chi decidesse di intraprendere questo percorso consigliamo di selezionare gli insegnamenti a scelta libera tra i seguenti:

– Elaborazione di segnali e immagini (ING-INF/01, 12 CFU)

– Piattaforme digitali per la gestione del territorio (ING-INF/05, 6 CFU)

– Istituzioni di Diritto Privato (IUS/01, 6 CFU)

Statistica Sociale e Analisi dei Consumi (SECS-S/05, 8 CFU)

Social Media Analysis (SPS/08, 6 CFU)

Lingua Inglese I (L-LIN/12, 8 CFU)

Curriculum per le politiche sociali [presentazione]:

Il curriculum è istituito in collaborazione con la Scuola di Scienze Politiche e Sociali per offrire agli studenti le competenze interdisciplinari necessarie a cogliere e valorizzare le implicazioni socio-politiche delle scienze e tecnologie dell’informazione. Il curriculum prevede gli insegnamenti di Scienza Politica (SPS/04, 6 CFU), Economia Politica (SECS-P/01, 6 CFU), e Politiche Sociali (SPS/07, 6 CFU).

A chi intendesse proseguire gli studi a livello magistrale, oltre alle lauree magistrali in Informatica (classe LM18) il curriculum offre l’accesso senza debiti formativi alla Laurea Magistrale in Gestione delle Politiche dei Servizi Sociali e della mediazione Interculturale  (LM87) e alla Laurea Magistrale in Politica Società Economia Internazionali (LM62). E’ opportuno precisare che la Laurea Magistrale in Gestione delle Politiche dei Servizi Sociali e della mediazione interculturale non dà comunque accesso all’Ordine professionale degli Assistenti Sociali a chi non sia in possesso di una laurea triennale congrua.

Non essendoci debiti formativi da colmare, chi intraprende questo curriculum può inserire insegnamenti a scelta libera attingendo prioritariamente dagli altri curricula (con particolare attenzione al corso di Piattaforme digitali per la gestione del territorio) o dagli insegnamenti caratterizzanti delle lauree triennali in Sociologia e Servizio Sociale e in Scienze Politiche, Economiche e del Governo.

Sessione di laurea del 13 febbraio 2014

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: / / / / / / / / / / / / / / / / / /

Abbiamo appena laureato nove Dottori in Informatica Applicata. Le sessioni di laurea sono l’occasione migliore per riflettere sul ruolo dell’informatica, sulle opportunità che il mercato del lavoro offrirà ai nuovi laureati e sulle sfide che dovranno saper affrontare. A riprova dell’importanza strategica del ruolo che i nostri laureati sono chiamati a giocare, in novembre e dicembre 2013 il presidente degli Stati Uniti Barak Obama e il vice presidente della Commissione Europea Neelie Kroes hanno lanciato accorati appelli invitando la popolazione a studiare informatica e imparare a programmare per contribuire allo sviluppo e alla competitività. Nei giorni scorsi la pubblicazione dell’ultimo rapporto ISTAT ha permesso di quantificare il grave ritardo culturale e tecnologico del nostro Paese, che può essere riassunto efficacemente da due dati: la percentuale di popolazione che ha accesso ad Internet (54%) e la percentuale di popolazione che accede ad Internet quotidianamente (33%). Colmare il divario prima che aumenti in modo irreparabile è un’altra delle sfide che i nostri laureati sono chiamati a raccogliere.

Le 9 tesi di laurea discusse nell’ultima sessione offrono esempi evidenti delle potenzialità dell’informatica applicata: la previsione dell’andamento delle energie rinnovabili [“Implementazione di algoritmi per la previsione di energia disponibile da fonte rinnovabile per reti di sensori wireless”, Daniele Buono], la rappresentazione in cloud di dati forniti in tempo reale da reti di sensori [“Sviluppo software di supervisione per reti di sensori wireless”, Michele Cattalani], lo sviluppo di applicazioni per online social network [“Progetto B-Where: Una soluzione basata su ASP.NET MVC”, Fabrizio Degola], l’organizzazione di reti di sensori [“Lo studio del controllo della topologia nelle reti di sensori wireless”, Marica Gambarara], l’applicazione di tecniche di programmazione web in Json, Ajax e Ext-Js [“Applicazione web per analisi dati direzionali area vendite”, Andrea Gualazzi], la crittografia a chiave simmetrica con algoritmo IDEA, domain driven design [“Gestire la complessità del software con domain driven design e CQRS”, Stefano Ottaviani], le tecniche di programmazione web in Javascript [“Utilizzo di Javascript in applicativi web”, Federico Pederzani] e l’applicazione di hashing locality-preserving.

Video-presentazione di Informatica Applicata 2014-2015

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: / / / / / / /

E’ stato presentato in anteprima all’open week il nuovo ordinamento del Corso di Laurea in Informatica Applicata, che entrera’ in vigore dall’Anno Accademico 2014-2015. L’elemento di maggiore novita’ sono i curricula interdisciplinari, istituiti in collaborazione con le altre scuole dell’Ateneo per formare figure professionali innovative altamente richieste sul mercato del lavoro.

Per spiegare tutti i dettagli e le motivazioni della nuova offerta formativa e’ stato predisposto un video, che proponiamo qui sia in forma integrale [20m], sia con collegamenti diretti alle singole sezioni che ne agevolano la consultazione.

1. Introduzione: La legge di Moore [6m57s]

2. L’informatica applicata oggi [2m12s]

3. Struttura e organizzazione del corso di laurea [2m32s]

4. Le prospettive occupazionali [2m14s]

5. I curricula interdisciplinari [1m48s]

6. Le lauree magistrali [1m56s]

7. L’orientamento in ingresso e i contatti [2m58s]

Sessione di laurea 25 giugno 2013

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / /

Sì è appena conclusa la sessione di laurea nella quale ho avuto il piacere di proclamare  dieci nuovi Dottori in Informatica Applicata. Alla naturale soddisfazione per la felice conclusione di un percorso di studio impegnativo si aggiunge la consapevolezza dell’importanza del ruolo che i laureati in scienze e tecnologie dell’informazione sono chiamati a giocare per la ripresa del nostro Paese.

E’ appena stato pubblicato il report di valutazione annuale dei progressi dell’UE nel conseguimento degli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale per il 2020. Sono disponibili online tutti i dati, i rapporti, i profili dei singoli paesi e le analisi comparative, dalle quali risulta che l’Italia e’ agli ultimi posti e che per essere competitiva ha urgente bisogno di investire in infrastrutture, di sviluppare servizi e di reclutare personale qualificato tanto negli enti pubblici quanto nelle aziende.

Il divario che rischia di separarci dagli altri Paesi Europei e’ al tempo stesso una sfida e un’opportunita’ per i nostri neolaureati.

Le 10 tesi di laurea discusse ieri hanno toccato temi di grande interesse teorico e applicativo: la virtualizzazione delle architetture di rete [“OpenFlow e l’astrazione dei protocolli di rete”, Domenico Campanella], sistemi operativi open source e nuovi framework orientati alla sicurezza delle reti [“Progettazione di un framework ed un sistema operativo per la sicurezza nelle reti”, Francesco Ferretti], metodologie di penetration testing [“Information gathering: Analisi e implementazione di un modulo per il framework Nemesis”, Luca Ferri], applicazioni di messaggistica istantanea alla WhatsApp basate su protocollo XMPP [“Sviluppo di un’applicazione di messaggistica istantanea per Android”, Andrea Generosi], sistemi domotici per audio multi-room [“Client Android per la gestione di un server multimediale domotico”, Alessandro Giappichini], applicazioni mobili in ambito sociale [“Realizzazione su piattaforma mobile del progetto FundCauses: Geolocalizzazione e interazione con i social network”, Oana Svetlana Lele], misure e standard per la qualita’ del servizio [“QoS: Comparazione tra RFC 2544 ed ITU-T Y.1564 attraverso la simulazione di errori di rete”, Luca Montunato], applicazioni mobili di marketing su piattaforma iOS [“Brescia a tavola: Progettazione e sviluppo di un’applicazione mobile per iSO”, Salvatore Antonio Pollaci], potenzialita’ di HTML5 per la gestione di interfacce grafiche evolute [“HTML5: Le tecnologie Canvas a Multithreading”, Gabriele Romeo], applicazione delle nuove tecnologie al risparmio energetico [“Il contributo della domotica per il risparmio energetico”, Luca Varriale].

Tutti i neolaureati hanno espresso il proprio consenso ad essere contattati tramite questo blog per fornire ulteriori dettagli sul lavoro svolto.