Post di InfoAppl

Math4U – Seconda edizione dello stage di preparazione ai test di verifica

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / / / / /

Sono aperte le iscrizioni gratuite alla seconda edizione dello stage di Math4U, per preparare gli studenti ad affrontare le prove di verifica delle conoscenze matematiche per l’iscrizione ai corsi di laurea scientifici.

Quest’anno Math4U diventa un LAC (Laboratorio di Approfondimento Certificato) organizzato nell’ambito del Progetto Ponte coordinato dall’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche.

Lo stage di Math4U, tenuto anche quest’anno dal Prof. Devis Abriani, docente di matematica del Corso di Studio in Informatica Applicata, si svolgerà il 24 e il 25 luglio 2014 ad Urbino ed è aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori, con priorità ai diplomati.
Nel corso dello stage verranno proposti i test degli scorsi anni e altri ad essi ispirati, dando ai ragazzi una crescente autonomia nell’affrontarli. Dapprima si risolverà un test in aula con la guida del docente, poi si procederà in gruppi via via più ristretti ad affrontare le prove successive, fino ad arrivare alla prova individuale conclusiva. Tutti i test verranno discussi e spiegati in dettaglio e ne verrà illustrata la teoria soggiacente.

Per partecipare è sufficiente compilare il modulo di registrazione online.
Chi desiderasse usufruire dei servizi di pernottamento e ristorazione dell’ERSU (disponibili a prezzi convenzionati fino ad esaurimento dei posti disponibili) è pregato di indicarlo nel modulo di registrazione.

Nel frattempo esercitatevi online e provate a risolvere i quesiti proposti da Math4U!

Vi aspettiamo ad Urbino!

Offerta di lavoro Fondazione Bruno Kessler

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / /

The Information Technology Center of the Bruno Kessler Foundation promotes a market survey aimed to identify profiles of young people with strong computer skills with a desire to engage in a path of professional growth in the area of research.

FBK will evaluate the profiles in order to establish a shortlist of suitable candidates for specific positions within FBK projects. In particular, we are looking for people willing to work in international teams, attracted by research and innovation, with a spirit of initiative and critical thinking skills.

Technical skills required:

– Education or equivalent experience in programming;
– Good software design and development skills;
– Good knowledge of at least one of the following programming languages: C++, C, ObjectiveC, Python, Java, Ruby, JavaScript, PHP, R, Logic Programming (Datalog/Prolog);
– Hands-on experience with standard software development environments either under Unix/Linux and/or MS Windows (TM), Mac OSX (Eclipse, NetBeans, VisualStudio, etc….);
– Good knowledge of English.

Optional technical skills:

– Experience with web development frameworks (e.g. Django, RubyOnRails) and front-end design (HTML, CSS);
– Knowledge of testing and formal method techniques (e.g. propositional and first order,  logics, temporal logics, model checking);
– Knowledge of object-relational database systems (e.g. PostgreSQL);
– Experience with Android or iOS development;
– Experience with one or more the following frameworks: Swing, Qt, Cocoa;
– Experience with geoICT  solutions (GIS, WebGIS, PostGIS);
– Basic of secure programming.

Soft skills:

– Autonomous thinking and problem solving skills
– Capability to adapt to dynamic environments
– Ability to work in team with researchers, designers and analysts
– Creativity
– Ability to deal with deadlines
– Communication skills (e.g. presenting ideas for system improvements)

Candidates are requested to submit their application by completing the online form available at
http://hr.fbk.eu/en/jobs

Please make sure that your application contains the following attachments:

– detailed CV
– cover letter (please specify the programming languages you are most familiar with and use most frequently)

Candidates who, as a result of the evaluation process, will be considered eligible will be contacted for possible employment opportunities over the next 24 months.

Please read Guidelines for selection on our site carefully beforehand

Application deadline: 25th June 2014

Trivago Hackathon a Düsseldorf

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / /

Trivago cerca 50 esperti di informatica, appassionati, sviluppatori o programmatori per il Trivago Hackathon che si svolgerà presso la sede di Düsseldorf in Germania il 5 e 6 luglio 2014. La lingua ufficiale del Trivago Hackathon è l’Inglese.

Per partecipare dovete:
1. Candidarvi gratuitamente entro il 6 giugno compilando il modulo online
2. Leggere attentamente le condizioni di partecipazione
3. Incrociare le dita per essere scelti tra i 50 partecipanti!

Il Trivago Hackathon offre:
– 2 giorni di hackathon a Düsseldorf
– 50 partecipanti scelti
– 10 team di lavoro
– 1 giuria di esperti

Mancano solo pochi giorni alla chiusura delle iscrizioni e quindi alla scelta dei 50 partecipanti all’hackathon. Buona fortuna a quanti di voi decideranno di inviare la propria candidatura e rappresentare le eccellenze italiane nel campo dell’informatica!

Incontro online con gli sviluppatori di HolySheep

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / / / / / /

Questa sera alle 21:00 la stanza virtuale di “Code’s Cool” ospita gli sviluppatori di HolySheep (http://holysheep.dot5team.com/), il gioco multipiattaforma disponibile gratuitamente su piattaforme Android, iOS e Windows Phone.

I partecipanti potranno porre domande sulla genesi del gioco, sugli strumenti utilizzati per svilupparlo, sulle tecniche di programmazione adottate, sulle istruzioni che stanno dietro ad ogni effetto.

I ragazzi del dot5team risponderanno ad ogni domanda e condivideranno con noi lo schermo dei loro computer per mostrarci gli ambienti di sviluppo e il codice del gioco.

Per partecipare è sufficiente collegarsi all’indirizzo https://join.me/543-534-218.

Vedrete comparire sul vostro schermo il codice sorgente del gioco spiegato dai suoi stessi sviluppatori.

25° Anniversario del World Wide Web

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / / / / /

Il 12 Marzo sarà il 25° anniversario dell’invenzione del World Wide Web.
L’invenzione viene fatta risalire al 12 marzo 1989 quando Tim Berners-Lee presenta al CERN una proposta di progetto intitolata “Information Management: A Proposal”.
L’abstract riporta: “This proposal concerns the management of general information about accelerators and experiments at CERN. It discusses the problems of loss of information about complex evolving systems and derives a solution based on a distributed hypertext system.”
Il proposal descrive l’idea di base del World Wide Web.
Negli anni successivi, Tim Berners-Lee sviluppa anche il primo browser, la prima versione del linguaggio HTML, e nel 1994 fonda consorzio W3C (Word Wide Web Consortium).

Soli 25 anni, eppure in così poco tempo l’invenzione ha cambiato il mondo ed ha trasformato l’informazione e la nostra conoscenza.
Per importanza, l’invenzione del World Wide Web è stata paragonata all’invenzione della stampa di Gutenberg, ma probabilmente il paragone è riduttivo. La diffusione del World Wide Web è stata molto più rapida, virale e globale della carta stampata e, a differenza della stampa, rende immediatamente accessibile in tempo reale a miliardi di persone qualunque informazione. Il World Wide Web ha traformato la conoscenza in un fenomeno collettivo globale. Qualunque informazione di cui abbiamo bisogno è lì, sul World Wide Web, ed è dispobile a chiunque. Qualunque informazione creiamo, che sia in forma testuale, di immagine, di video o di audio, la possiamo immediatamente condividere lì, sul World Wide Web.

Buon Compleanno World Wide Web! Hai soli 25 anni ma non sembra vero: ne dimostri molti di più.

MK802IV: potenziare il WiFi di questo Android TV Dongle

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / / /

Qualche giorno fa, per potenziare la mia TV molto poco smart, ho acquistato un dongle HDMI che sta riscuotendo un enorme successo: MK802IV.

Le caratteristiche sono di quelle che fanno impallidire molti smartphone di fascia media:

– CPU: Rockchip RK3188 quad core ARM Cortex A9 1.6 Ghz

– GPU: ARM Mali 400 MP4 500MHz

– RAM: 2 GB DDR3

– Storage: 8 GB Nand Flash

– Networking: WiFi con chip Broadcom AP6120 e BlueTooth

– Porte: 1 USB Host 2.0, 1 micro USB per l’alimentazione, 1 USB OTG

– Espansione: micro SD slot

Tutto questo acquistato ad un prezzo di soli 74€ da Amazon.it con Prime (su Ebay è facile trovarne anche a prezzi più convenienti). Sembrerebbe tutto perfetto, anche leggendo le recensioni di molte persone che si sono dimostrate decisamente contente del proprio acquisto: dunque non mi rimane che collegarla alla TV. Bene.

Primo avvio, tutto parte senza problemi, l’interfaccia sembra ben curata e la fluidità generale sebbene non impeccabile è accettabile: non male come inizio.  Dai, mi connetto all’Access Point di casa, voglio subito fare delle prove con YouTube per vedere qualche video spettacolare: fatto. Apro YouTube, accedo con il mio account Google, qualche istante di attesa ma è normale dai, deve sincronizzare tutto. Vai, ora apro il primo video consigliato (stranamente della GoPro), un momento di buffering e…partiti: guarda quanto si vede bene, come è fluido, come è…è…è…è bloccato di nuovo per buffering??

Ebbene sì, controllo dalle impostazioni il segnale dell’antenna WiFi ed effettivamente il segnale viene etichettato come buono ma ad una velocità costante di soli 12Mbps: dopo vari tentativi suggeriti di cambiare ROM rispetto a quella stock riesco a migliorare solo marginalmente la soluzione, sicuramente non al punto da utilizzare questo dongle per lo streaming di filmati FullHD.

Non demordo e ne parlo con Matteo, che qui all’UWiC Lab lavora a VirtualSense, antenne e comunicazione wireless giorno e notte. Quindi proviamo a riprodurre le condizioni in cui si trova il dongle nella mia abitazione: non raggiungiamo le stesse prestazioni ma ci andiamo molto vicino, 12-19 Mbps oscillanti contro 12 Mbps fissi. I test possono iniziare.

Al primo tentativo con il dongle stock, raggiungiamo una velocità di trasferimento di 5Mbps.

La prima modifica è molto semplice, aprire lo stick e portare fuori l’antenna per limitare le interferenze con i componenti interni.

MK802IV stock

MK802IV stock

Questa modifica sebbene molto semplice, in realtà ha mostrato miglioramenti importanti. Dalle impostazioni il segnale è passato da una velocità di collegamento di 12-19Mbps a 54Mbps mantenendo un segnale “buono”. All’atto pratico questo si traduce in una velocità di trasferimento effettiva di 10Mbps: decisamente meglio, ma siamo in una LAN, vorrei ottenere di più.

A questo punto il delirio è nell’aria e facciamo una cosa per cui le dimensioni contenute del dongle vanno a farsi benedire e un punto di vantaggio diventa uno svantaggio. Questa antenna Linksys Rp-TNC ha un guadagno di 2.2dBi e dimensioni non proprio contenute: ma stiamo facendo tutti in nome dei Mbps.

Linksys Rp-TNC

Linksys Rp-TNC

Ecco, ormai si è capito che Matteo ha sostituito la minuscola antenna originale con questo bel gioiellino: dopo tutto, le dimensioni non sono cambiate più di tanto (almeno l’ordine di grandezza non è cambiato, riusciamo ancora ad utilizzare un metro tradizionale per misurarne le dimensioni).

MK802IV con Linksys RP-TNC

MK802IV con Linksys RP-TNC

Con questa nuova modifica, la velocità di collegamento è rimasta sì sui 54Mbps ma la qualità si è spostata su ottima:

“sicuramente qualche Mbps l’abbiamo guadagnato”,

le ultime parole famose.

Effettuando la classica prova di trasferimento siamo infatti rimasti di stucco: una velocità effettiva a cavallo tra i 23-24 Mbps!! Non si può chiedere di più a questo dongle (in WiFi), abbiamo toccato l’apice.

Dunque ricapitolando abbiamo incontrato la seguente situazione:

– MK802IV stock, collegamento a 12-19 Mbps, velocità di 5 Mbps;

– MK802IV con antenna originale esterna, collegamento a 54 Mbps, velocità di 10 Mbps;

– MK802IV con Linksys Rp-TNC, collegamento a 54 Mbps, velocità di 23 Mbps.

Preparazione alle Olimpiadi della Matematica

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / / / / / / / /

La Scuola di Scienze e Tecnologie dell’Informazione dell’Università degli Studi di Urbino organizza, nell’ambito del Progetto Ponte, un Laboratorio di Eccellenza Certificato (LEC) di preparazione alle Olimpiadi della Matematica, con particolare attenzione alla gara a squadre.

Quest’ultima, da un paio d’anni presente anche nelle Marche grazie all’Università di Urbino, possiede un valore aggiunto rispetto alle corrispondenti competizioni individuali: il lavoro di gruppo, la necessità di stabilire una strategia di gara, il senso di orgoglio nel rappresentare il proprio istituto, le conferiscono certamente un valore umano, educativo e sportivo in più.
Ad una forma mentis razionale (così importante per esempio nell’affrontare con profitto qualsiasi percorso universitario), che normalmente si sviluppa con naturalezza negli studenti capaci di affrontare con soddisfazione gare individuali di questo genere, si aggiunge quindi la possibilità di trasmettere ai ragazzi il messaggio che anche una disciplina considerata individuale e individualista come la matematica può essere in realtà stimolo e fonte di socializzazione e collaborazione.

Questo LEC è virtualmente pensato anche come integrazione di un intenso lavoro di training olimpico a distanza iniziato a novembre 2013 in tutte le Marche da un gruppo di docenti (chiamati Matementor) su incarico dell’Ufficio Scolastico Regionale.

Il primo incontro è fissato per giovedì 23/01 dalle 15:00 alle 19:00; a seguire altri tre appuntamenti, nei successivi giovedì 30/01, 06/02 e 13/02, sempre dalle 15:00 alle 19:00.
Lo stage si svolgerà al secondo piano del Collegio Raffaello (Piazza della Repubblica 13, Urbino) e sarà tenuto da Devis Abriani, docente del Corso di Laurea in Informatica Applicata, trainer olimpico attivo in molte regioni del centro-nord, responsabile della gara a squadre di Urbino e membro dei Matementor.

SAGE: un Singolare Ambiente Grafico Encomiabile

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / / /

Durante uno di quei freddi e bui giorni d’inverno, passati a ricercare informazioni su cluster di pc e pareti di display, mi sono imbattuto in questo inusuale e accattivante software: SAGE.

No, non è un software molto vecchio e saggio (o, per i fan di Naruto, neanche un eremita delle sei vie); si riferisce all’acronimo per Scalable Adaptive Graphics Environment (Ambiente grafico scalabile e adattivo), un software open source sviluppato all’EVL (Electronic Visualization Laboratory, University of Illinois at Chicago).
Come ci espone la guida trovata su www.sagecommons.org, Sage è un middleware cross-platform, open-source che permette agli utenti di avere un ambiente operativo comune, o un framework, per accedere, visualizzare e condividere una varietà di contenuti – che siano animazioni di cinema digitale, immagini ad alta risoluzione, teleconferenza ad alta definizione, presentazione di lucidi, documenti, fogli di lavoro o finestre di portatili – in una grande varietà di risoluzioni e formati, da sorgenti multipli, ad uno o più tiled display walls.

Per quelli che non lo sanno, un tiled display wall è un enorme display formato da più monitor (i cosiddetti “tiles”) della stessa dimensione e tipo, uniti per creare una matrice di monitor che funzioneranno come un unico e singolo display; questo display risultante solitamente ricopre un muro intero, e quindi abbiamo un tiled display wall.

Dato che i display wall possono essere formati da tanti monitor, e per tanti intendo facilemente più di 20, e alcune volte anche intorno alle centinaia, è abbastanza difficile connettere così tanti monitor ad un singolo pc. Questo ci forza ad utilizzare più computer con multiple uscite video… ma come facciamo a creare un unico schermo immenso se i monitor sono collegati a più computer?
Qui entra in gioco SAGE: agendo come middleware che comunica utilizzando una lan su ethernet (parleremo del perchè dev’essere una connessione cablata e non wireless, e dei suoi utilizzi su internet più tardi), sincronizza i display connessi ai computer ed assegna i contenuti corretti a ciascuno.

Per esempio, in un semplice installazione di due computer con un monitor ciascuno, devo espandere un video in modo che possa coprire l’intera area di entrambi i display: SAGE dividerà i frame video in 2 parti, inviare una parte al computer locale che fisicamente contiene il video e l’altra parte lo invia in rete al secondo computer in modo che, tramite le sue capacità di sincronizzazione, potremo vedere il video che viene riprodotto perfettamente su entrambi gli schermi.

Come si può dedurre dall’esempio, l’intero video non viene inviato ad entrambi i computer, ma solo la parte necessaria viene inviata in rete per non sprecare inutilmente banda.
Quello che è stato fatto nell’esempio soprastante può essere fatto con un qualunque numero di computer ed un qualunque numero di monitor connessi a ciascun computer… ovviamente il sistema sarà limitato dal potere di calcolo di ciascun pc e dal tipo di contenuti che devono essere visualizzati.
Sfortunatamente, non può rimpiazzare il desktop di un computer e può interagire solamente con applicazioni che sono stati appositamente creati o modificati per funzionare con esso, ma almeno ha un riproduttore video, un visualizzatore d’immagini, un visualizzatore di file pdf, due applicazioni di streaming desktop, un input per webcam, un renderer OpenGL, un gestore di file e anche un orologio! Insomma, probabilmente non avrà bisono di molto altro per la maggior parte dei casi…
Comunque, vi ho annoiati abbastanza in questa prima introduzione a SAGE, quindi continueremo la prossima volta!
Nel prossimo episodio parleremo di come installare SAGE in un ambiente Linux ubuntu, guarderemo alcune delle sue applicazioni e vedremo perchè potrebbe piacerci una connessione ethernet a 10Gb…

Test di Verifica delle Conoscenze: II sessione (02/12/13)

Pubblicato il da InfoAppl
Tag: / / / /

Vi informiamo che sono aperte le iscrizioni alla II sessione di verifica del  Test di Verifica delle Conoscenze in ingresso per il CdL in Informatica Applicata che si svolgerà ad Urbino il giorno 02/12/2013.

L’iscrizione al test di verifica delle conoscenze dovrà essere effettuata online collegandosi al sito web https://laureescientifiche.cineca.it entro il 22 novembre 2013.

Ulteriori informazioni possono essere richieste al al Responsabile Test di ingresso e al Manager Didattico.