Post Taggati: workshop

HACK-cessibility Days

Pubblicato il da Alessandro Aldini
Tag: / /

HACK-cessibility Days
Manifestazione di sensibilizzazione sull’Accessibilità e sulle Disabilità Visive per sviluppatori software, designer, makers, …

Ancona, 19-20 maggio 2017

In occasione del “Global Accessibility Awareness Day” (GAAD), alcune community di sviluppatori, che includono nostri laureati come Stefano Ottaviani e Sauro Cesaretti, unitamente alla sezione di Ancona dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) organizzano un evento volto a sensibilizzare sul tema dell’accessibilità, in particolare sulle disabilità visive.

Ci saranno diverse iniziative: oltre a sessioni e laboratori per fare teoria e pratica, sono previste “esperienze” come una cena al buio ed una visita al Museo Tattile Statale Omero, per far sì che i partecipanti possano comprendere meglio cosa significa vivere con una disabilità e affrontarla. Ci saranno inoltre delle attività rivolte ai bambini, in stile CoderDojo.

Per ognuna delle sessioni di mezza giornata previste dal programma dettagliato dell’evento, agli studenti del Corso di Laurea in Informatica Applicata che otterranno il relativo certificato di partecipazione, verranno riconosciuti 0.125 CFU.

Workshop Bluemix

Pubblicato il da Alessandro Aldini
Tag: / /

AGGIORNAMENTO – si conferma il seguente orario di svolgimento del workshop:

mercoledi 18 maggio – 13:30 – 18:30
giovedi 19 maggio – 9:00 – 14:00

presso il laboratorio informatico al secondo piano di Palazzo Raffaello, Piazza della Repubblica 13, Urbino. Tutti gli iscritti al workshop hanno ricevuto per email istruzioni per l’accreditamento delle utenze.

———–

IBM presenta nei giorni 18-19 maggio, presso il Laboratorio Von Neumann (II piano, Collegio Raffaello), un workshop di 12 ore sulla piattaforma Bluemix.

Bluemix è la piattaforma open-standard di facile ed immediata usabilità basata sull’open source Cloud Foundry. Bluemix rende disponibili tutti gli strumenti di cui gli sviluppatori hanno bisogno e permette di produrre in cloud un’applicazione dallo sviluppo al test fino all’operatività. I settori in cui Bluemix può fare la differenza sono molti, come ad esempio le applicazioni web, data management, big data, gli analytics, l’internet of things.
Con Bluemix è possibile svilluppare applicazioni Java, ma anche eseguire lo sviluppo di applicazioni back end mobile, monitorare le stesse, integrare applicazioni sviluppate dai partner IBM o dalle comunità del mondo open source. Il tutto attraverso un modello “as a service” applicato al cloud.
I servizi presenti sulla piattaforma Bluemix sono eterogenei, cioè possono essere basati su prodotti IBM (esempi: Cloudant, DB2,…) ma anche su tecnologie open source (esempi: Mongo DB, mySQL, …).
Sono supportati diversi linguaggi di programmazione (esempi: PHP, Ruby, Java, …).

Il corso prevede il riconoscimento di 0.75 CFU per gli studenti partecipanti e si svolge solo in caso di raggiungimento di almeno 30 iscrizioni.

Per iscriversi, inviare e-mail con soggetto “iscrizione workshop Bluemix” a:

alessandro.aldini@uniurb.it

entro il giorno 9 maggio 2016, indicando nome, cognome, numero di matricola e email presso la quale IBM invierà qualche giorno prima dell’evento le modalità per ottenere una utenza Bluemix gratuita 30 giorni e i prerequisiti da scaricare sul proprio laptop. Si consiglia quindi ai partecipanti di portare il proprio laptop sul quale svolgere le esercitazioni previste durante il workshop.

Per maggiori dettagli su Bluemix, seguire il link, dove un corso online e gratuito aiuta a capire i fondamenti del Cloud Computing e di Bluemix, oltre alle best practice per uno sviluppo agile e test driven.

 

CULTLAB – Contamination Lab #2

Pubblicato il da Sara Goderecci
Tag: / / / / / / / / / /

cultlab1

Proseguono i workshop organizzati dall’Università di Urbino nell’ambito del progetto CULTLAB,  incubatore creato dalle Università di Macerata e Urbino e da Meccano spa per sostenere progetti di impresa culturale.

In particolare domani alle 10.00 la Dott.ssa ALESSIA TRIPALDI, di Jes! vi aspetta presso la Sala del Consiglio di Palazzo Battiferri per il Contamination Lab #2, il secondo workshop di supporto alla pre-incubazione di idee dal potenziale imprenditoriale.

Dalle 15 invece sarà ospite dell’Università di Urbino MICHELE VIANELLO, innovatore, formatore, digital evangelist per parlare di uso consapevole del web per costruire ecosistemi e cluster innovativi; dell’alfabetizzazione digitale come presupposto per la partecipazione e l’innovazione; di trasformazione dell’esistente come metodo di innovazione.

È possibile registrarsi al workshop cliccando qui.

cultlab2