L’informatica per le politiche sociali

Pubblicato il da
Tag: / / / /

La pervasività dell’informatica, dell’elettronica e della comunicazione digitale influenza le nostre abitudini individuali e i nostri comportamenti collettivi e arricchisce di infrastrutture, informazioni e servizi gli ambienti pubblici e privati nei quali viviamo. La rilevanza politica, economica e sociale di questi fenomeni e di questi strumenti infuoca il dibattito sulla neutralità della rete, che è uscito dalla cerchia ristretta degli addetti ai lavori per diventare un argomento di discussione pubblica. Al tempo stesso le tecnologie digitali offrono strumenti senza precedenti per implementare politiche sociali e per monitorarne gli effetti. In quest’ambito, sono necessarie nuove figure professionali con competenze interdisciplinari. Dal 2014/2015 il Corso di Laurea in Informatica Applicata offre un curriculum per le Politiche Sociali che consente ai laureati di rispondere a questa domanda di competenze e di approfondire gli studi con la Laurea Magistrale in Gestione delle politiche, dei servizi sciali e della mediazione interculturale. Ne parliamo con il Prof. Yuri Kazepov, esperto di politiche sociali comparate.

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInDigg thisEmail this to someone

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)