Sessione di laurea 25 giugno 2013

Pubblicato il da
Tag: / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / /

Sì è appena conclusa la sessione di laurea nella quale ho avuto il piacere di proclamare  dieci nuovi Dottori in Informatica Applicata. Alla naturale soddisfazione per la felice conclusione di un percorso di studio impegnativo si aggiunge la consapevolezza dell’importanza del ruolo che i laureati in scienze e tecnologie dell’informazione sono chiamati a giocare per la ripresa del nostro Paese.

E’ appena stato pubblicato il report di valutazione annuale dei progressi dell’UE nel conseguimento degli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale per il 2020. Sono disponibili online tutti i dati, i rapporti, i profili dei singoli paesi e le analisi comparative, dalle quali risulta che l’Italia e’ agli ultimi posti e che per essere competitiva ha urgente bisogno di investire in infrastrutture, di sviluppare servizi e di reclutare personale qualificato tanto negli enti pubblici quanto nelle aziende.

Il divario che rischia di separarci dagli altri Paesi Europei e’ al tempo stesso una sfida e un’opportunita’ per i nostri neolaureati.

Le 10 tesi di laurea discusse ieri hanno toccato temi di grande interesse teorico e applicativo: la virtualizzazione delle architetture di rete [“OpenFlow e l’astrazione dei protocolli di rete”, Domenico Campanella], sistemi operativi open source e nuovi framework orientati alla sicurezza delle reti [“Progettazione di un framework ed un sistema operativo per la sicurezza nelle reti”, Francesco Ferretti], metodologie di penetration testing [“Information gathering: Analisi e implementazione di un modulo per il framework Nemesis”, Luca Ferri], applicazioni di messaggistica istantanea alla WhatsApp basate su protocollo XMPP [“Sviluppo di un’applicazione di messaggistica istantanea per Android”, Andrea Generosi], sistemi domotici per audio multi-room [“Client Android per la gestione di un server multimediale domotico”, Alessandro Giappichini], applicazioni mobili in ambito sociale [“Realizzazione su piattaforma mobile del progetto FundCauses: Geolocalizzazione e interazione con i social network”, Oana Svetlana Lele], misure e standard per la qualita’ del servizio [“QoS: Comparazione tra RFC 2544 ed ITU-T Y.1564 attraverso la simulazione di errori di rete”, Luca Montunato], applicazioni mobili di marketing su piattaforma iOS [“Brescia a tavola: Progettazione e sviluppo di un’applicazione mobile per iSO”, Salvatore Antonio Pollaci], potenzialita’ di HTML5 per la gestione di interfacce grafiche evolute [“HTML5: Le tecnologie Canvas a Multithreading”, Gabriele Romeo], applicazione delle nuove tecnologie al risparmio energetico [“Il contributo della domotica per il risparmio energetico”, Luca Varriale].

Tutti i neolaureati hanno espresso il proprio consenso ad essere contattati tramite questo blog per fornire ulteriori dettagli sul lavoro svolto.

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInDigg thisEmail this to someone

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)