Post di Alessandro Bogliolo

SCUD2018 – Esperimenti di dettato digitale online

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: / / /

Webinar interattivo per le scuole del Prof. Alessandro Bogliolo

13 aprile 2018, ore 9:00

Che rapporto c’è tra cultura e digitale? Il 13 aprile, dalle 9:00 alle 10:00, Alessandro Bogliolo invita ad una riflessione su questo tema proponendo un webinar gratuito che coinvolgerà i partecipanti attraverso piccoli esperimenti interattivi. L’iniziativa rientra nell’ambito della partecipazione dell’Università di Urbino alla settimana della cultura digitale (SCUD2018) promossa dalla rete DiCultHer.

Si tratta di un webinar concepito per essere seguito dalle scuole, in diretta o in differita. Secondo una formula ormai collaudata, Alessandro Bogliolo utilizzerà un linguaggio accessibile e incrementale per consentire agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado di utilizzare il webinar in classe offrendo ai propri alunni le chiavi di lettura adeguate all’età e al contesto disciplinare.

Per seguire il webinar è sufficiente collegarsi all’indirizzo https://youtu.be/v8B6EGAMhXg

Le scuole partecipanti possono segnalare la propria presenza sul sito https://www.diculther.it/modulo-per-proporre-eventi-scud2018/ creando eventi personalizzati che prevedano l’utilizzo del webinar.

Creiamo una mappa dei danni del maltempo

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: / / /

COMUNICATO STAMPA UNIURB DEL 15 MARZO 2018

I danni che il maltempo delle ultime settimane ha causato alle nostre strade sono sotto agli occhi (e alle ruote) di tutti! Occorre mobilitare gli automobilisti e gli autotrasportatori per creare una mappa oggettiva dello stato delle strade e pianificare gli interventi da attuare tempestivamente.

L’Università di Urbino mette a disposizione di tutti l’applicazione SmartRoadSense, che usa gli accelerometri dei cellulari per rilevare automaticamente la qualità del manto stradale su cui si sta viaggiando. I dati raccolti vengono comunicati in modo anonimo ad un server che li aggrega e li rende disponibili in formato aperto nell’arco di poche ore sul sito web http://smartroadsense.it/.

I dati già in possesso dei server consentiranno anche di confrontare lo stato attuale delle strade con quello precedente agli eventi atmosferici delle ultime settimane, fornendo utili indicazioni sulle conseguenze del maltempo.

L’utilizzo di SmartRoadSense (disponibile per Android e iOS) è semplicissimo e automatico. Questo video ne illustra il funzionamento:

SmartRoadSense è sviluppato dall’Università di Urbino in collaborazione con i partner del progetto europeo Crowd4roads, tra i quali la Regione Marche, la Regione Abruzzo e Bla Bla Car.

“Ci sono casi in cui occorre fare appello al senso civico individuale per dare vita ad una forma di intelligenza collettiva utile a tutti. – dice Alessandro Bogliolo, coordinatore del progetto – La tecnologia ci offre solo nuovi strumenti per farlo.”

Quando il Computer Divenne Personal

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo

In occasione dell’Italian Agile Day 2017, che si svolgerà presso l’Università di Urbino dal 17 al 19 novembre, negli spazi della “DATA” (Borgo Mercatale) sarà allestita la mostra dal titolo:

1977 – 1987: Quando il Computer divenne Personal

L’iniziativa è organizzata dal Vintage Computer Club Italia (VCCI) e l’Italian Agile Movement (IAM), in collaborazione con Università di Urbino Carlo Bo e con il patrocinio del Comune di Urbino,

Tra i computer esposti: la replica dell’Apple 1, il primo sistema realizzato da Steve Jobs e Steve Wozniak e che ha dato vita ad Apple, diversi PETAmiga e il primo PC IBM che ha segnato la discesa in campo del gigante della tecnologica e l’inizio dell’ascesa di Microsoft.

Gli orari di apertura della mostra, a ingresso gratuito, dal 16 al 19 novembre, sono:

  • Giovedì 15-19
  • Venerdì 10-20
  • Sabato 10-20
  • Domenica 10-14

http://www.vintagecomputerclubitalia.it

http://www.agileday.it

https://1977-1987.it

http://www.storiainformatica.it

Recruiting Hackathon: selezioni non convenzionali

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo

Le aziende iNSTANTECHNOLOGIES e EBWorld, in collaborazione con il Corso di Laurea in Informatica Applicata dell’Università di Urbino, organizzano un hackathon per selezionare ed assumere nuovi talenti nell’ambito dello sviluppo software.

Sabato 27 maggio, a partire dalle ore 8, presso gli spazi di Innovation District 106 a Pesaro, si svolgerà il recruiting hackathon delle società iNSTANTECHNOLOGIES e EBWorld, interessate alla selezione di nuovi talenti da inserire nei propri team: soprattutto sviluppatori informatici ma anche esperti di grafica, creativi e project manager. Rispetto ad un normale colloquio di lavoro, un hackathon dà la possibilità alle aziende di conoscere e testare le caratteristiche di un candidato mettendolo all’opera per verificarne non solo le competenze, ma anche i soft skill.

Il tema che verrà proposto ai candidati avrà a che fare con la mobilità sostenibile e l’utilizzo delle piattaforme digitali per creare un ecosistema che dia a tutti i soggetti coinvolti (cittadini, esercizi commerciali e Amministrazione Comunale) nuove opportunità di sviluppo, di business e di qualità della vita. Le iscrizioni sono aperte.

L’evento del 27 maggio nasce da un’esigenza concreta delle aziende iNSTANTECHNOLOGIES e EBWorld di ricercare talenti da assumere nell’immediato. L’Università di Urbino partecipa con il Corso di Laurea in Informatica Applicata, occupandosi del coordinamento scientifico dell’Hackathon, la cui impostazione deve riflettere le esigenze delle aziende e attrarre partecipanti che rispondano ai profili ricercati.

“Da tempo pensavamo di organizzare recruiting hackathon che offrissero nuove opportunità di incontro tra laureati e aziende del territorio. Le esigenze di reclutamento delle due aziende proponenti ci offrono l’occasione ideale per realizzarlo – dice Alessandro Bogliolo, coordinatore scientifico dell’Hackathon per conto dell’Università di Urbino – Si tratta di una prima edizione nella quale iNSTANTECHNOLOGIES e EBWorld sperimentano sulle loro stesse aziende l’efficacia del Recruiting Hackathon, con l’intenzione di continuare la collaborazione con l’Università di Urbino per mettere questo strumento a servizio delle altre aziende del territorio.”

“Crediamo in un modo nuovo di vedere l’azienda ICT come una realtà in cui la direzione verso cui si sta andando è chiara e condivisa con tutto il team – dice Alessandro Paolini, di iNSTANTTECHNOLOGIES – Il lavoro è frutto della partecipazione attiva di ogni singola risorsa, che attraverso flessibilità, autonomia e formazione continua, opera con piena consapevolezza del contributo che ogni giorno porta al raggiungimento dei risultati.”

EBWorld è un’azienda ICT che si occupa di sviluppo di applicazioni location-based per la gestione, su mappa, di informazioni georeferenziate. Il principale mercato di EBWorld è quello degli operatori di telecomunicazioni impegnati nella realizzazione di reti in fibra ottica.

iNSTANTECHNOLOGIES è una società di Intelligenza Artificiale con tecnologie che spaziano da chatbot, a machine learning, image recognition, riconoscimento e sintesi vocale, analisi big data e analisi predittive. La peculiarità del motore di Intelligenza Artificiale proprietario di iNSTANTECHNOLOGIES, con motore semantico, è la possibilità di lavorare anche con database limitati, consentendo a qualsiasi azienda, anche medio e piccola, di sfruttarne le potenzialità per i propri prodotti.

Settimana della cultura digitale 2017

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: /

Webinar interattivo per le scuole del Prof. Alessandro Bogliolo

3 aprile 2017, ore 11:00

Qual è il vero significato del termine digitale? Esiste una linea di demarcazione netta tra ciò che è digitale e ciò che non lo è? Quali sono gli elementi davvero peculiari delle tecnologie che chiamiamo digitali? Che relazione c’è tra cultura e tecnologie digitali?

Sono queste le domanda a cui Alessandro Bogliolo cercherà di dare risposta lunedì 3 aprile dalle 11:00 alle 12:00 nell’ambito delle iniziative offerte dall’Università di Urbino per la settimana della cultura digitale promossa dalla rete DiCultHer.

Si tratta di un webinar concepito per essere seguito dalle scuole, in diretta o in differita. Secondo una formula ormai collaudata, Alessandro Bogliolo utilizzerà un linguaggio accessibile e incrementale per consentire agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado di utilizzare il webinar in classe offrendo ai propri alunni le chiavi di lettura adeguate all’età e al contesto disciplinare.

Per seguire il webinar è sufficiente collegarsi all’indirizzo https://youtu.be/jMxOrJGy4Bw

Le scuole partecipanti possono segnalare la propria presenza sul sito http://www.diculther.eu/scud2017/ creando eventi personalizzati che prevedano l’utilizzo del webinar.

LOCANDINA

Iscrizione a singole attività formative

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: / / / /

Per chi non è iscritto ad un corso universitario, ma ha interesse ad approfondire un tema trattato in un insegnamento universitario, c’è la possibilità di effettuare l’iscrizione ad una singola attività formativa. L’iscrizione dà diritto non solo a frequentare le lezioni (in presenza, online o in modalità MOOC in base alle modalità previste per lo specifico insegnamento), ma anche a sostenere l’esame di verifica delle conoscenze acquisite con l’attribuzione dei relativi crediti formativi universitari (CFU). E’ possibile anche effettuare l’iscrizione a più di un’attività formativa.

L’opportunità è particolarmente utile per i corsi aperti, che l’Università mette gratuitamente a disposizione del pubblico in modalità MOOC (massive open online course). In questo caso la frequenza dei corsi non richiede alcuna iscrizione, ma è comunque possibile iscriversi per sostenere l’esame finale e conseguire i relativi CFU.

Per l’A.A. 2016/17 il Corso di Laurea in Informatica Applicata mette a disposizione in modalità MOOC due dei suoi insegnamenti:

  • Architettura degli elaboratori, (CArcMOOC) corso fondamentale del primo anno da 12 CFU
  • Pensiero computazionale in classe, (CodeMOOC) corso opzionale da 6 CFU

Chi può iscriversi alla singola attività formativa?

L’iscrizione a singole attività formative ha gli stessi requisiti dell’iscrizione ad un corso universitario di primo livello. Occorre il diploma di maturità o un titolo di studio equipollente e non bisogna essere già iscritti ad un’altra università.

Qual è il programma dell’insegnamento e come si svolge l’esame?

I programmi degli insegnamenti e le modalità d’esame sono specificati nelle schede dei corsi. Nel caso dei MOOC, il programma dell’insegnamento coincide perfettamente con quello del rispettivo MOOC. Chi si iscrive avrà diritto di accedere anche alla piattaforma di blended learning dell’Università di Urbino, dove in vista degli esami saranno caricate indicazioni specifiche e materiali preparatori. Gli esami si svolgono in presenza, a Urbino, nelle regolari sessioni (giugno-luglio 2017, settembre 2017, gennaio-febbraio 2018).

Ci sono scadenze?

Sì. Per poter sostenere l’esame nei 6 appelli dell’Anno Accademico 2016/2017 (giugno-luglio 2017, settembre-ottobre 2017 e gennaio-febbraio 2018) occorre iscriversi entro il 31 marzo. Dopo questa data sarà comunque possibile iscriversi con una mora di 30 Euro.

Come ci si iscrive?

L’iscrizione alle singole attività formative richiede di:

  • Compilare la domanda, con l’indicazione, tra l’altro, di un indirizzo email valido al quale verranno inviate le credenziali di accesso ai sistemi informativi. Chi possiede già credenziali di accesso ai sistemi informativi dell’Università di Urbino continuerà ad utilizzare le stesse credenziali. Nella domanda specificare: a.a. 2016/17, attività formativa scelta, CFUDipartimento di Scienze Pure e Applicate.
  • Inviare o consegnare la domanda a Università degli Studi di Urbino – Ufficio Segreteria Studenti – Area Scientifica – Via Saffi, 2 – 61029 Urbino (PU), accompagnata da due foto formato tessera firmate sul retro e da una fotocopia firmata di un documento di identità.
  • Attendere nella casella di posta elettronica l’invio delle credenziali per l’accesso al sistema di segreteria online Esse3.
  • Scaricare il MAV dalla sezione pagamenti di Esse3.
  • Effettuare il versamento di 172 Euro (se si tratta della prima attività formativa a cui ci si iscrivi per l’A.A.) o di 155 Euro (se si tratta di attività formativa successiva alla prima per l’A.A.).

Si può usare la carta del docente?

Certo! I docenti di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine non devono corrispondere la tassa d’iscrizione utilizzando il bollettino MAV, ma far pervenire alla segreteria studenti il proprio buono, generato attraverso il sito ministeriale della Carta del Docente specificando: Formazione e aggiornamento –> Corsi di Laurea. Sarà la segreteria competente, alla ricezione del buono, ad attivare la procedura di validazione del buono presso il MIUR, ad inserire in Esse3 il relativo esonero ed infine associare la tassa addebitata al relativo rendiconto di attribuzione.

A chi rivolgersi?

Ufficio Segreterie Studenti – Area Scientifica
Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino

Email: segreteriastudenti.scientifica@uniurb.it
Tel. : +39 0722 30 5322 / 5321 / 5225

Fax : +39 0722 30 4541

Una caccia al tesoro guidata da un Bot

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: /

Il 26 agosto, in occasione della summer school “Coding in your Classroom, Now!”, si è svolta una grande caccia al tesoro nel centro storico di Urbino: 26 gruppi, composti da 139 partecipanti complessivamente, si sono sfidati inseguendo indizi attraverso le strade strette e ripide della città, seguendo gli ordini di un… bot.

Il gioco è stato sviluppato durante la settimana precedente l’evento e l’intero team alle spalle della caccia al tesoro ha impiegato i concitati minuti appena prima dell’inizio sistemando gli ultimi bug. (Beh, la maggior parte di essi.)

La summer school, rivolta agli insegnanti di tutte le classi, ha avuto come obiettivo principale quello di portare il coding nelle scuole, cercando di coinvolgere sia gli insegnanti che i giovani studenti. Pertanto, era logico che la stessa caccia al tesoro, chiamata “Urbino Code Hunting”, si basasse su giochi di coding.

Continua a leggere…

Urbino Summer CODE Fest

Pubblicato il da Alessandro Bogliolo
Tag: / /

Dal 22 al 27 agosto 2016 a Urbino si studia, si pratica e si sperimenta il coding ogni giorno in ogni angolo della città
http://codemooc.org/urbino-summer-code-fest/

Ecco il programma completo: